Roma, è morto il giudice Renato Squillante

Bruno Cirelli
Agosto 3, 2017

All'età di 92 anni è morto a Roma il giudice Renato Squillante. Nato a Napoli il 15 aprile del 1925 ha vestito prima i panni di magistrato per poi sedere a capo dei giudici per le indagini preliminari romani. A darne notizia sono stati gli stessi familiari con un necrologio apparso sulle colonne del quotidiano Il Messaggero.

Sul Messaggero anche un messaggio di cordoglio di Stefania Craxi, figlia dell'ex presidente del consiglio Bettino, e sul Giornale il cordoglio di Paolo Berlusconi, fratello di Silvio.

Per la storia delle sentenze pilotate Renato Squillante era stato condannato a 8 anni in primo grado, ridotti a 7 in appello per corruzione in atti giudiziari ma, dopo una vicenda processuale durata anni, nel 2006 invece fu definitivamente assolto dalla Cassazione. L'alta corte stabilì che "non fu corruzione ma intermediazione tra privati".

Era sospettato di aver favorito il gruppo Berlusconi a scapito del gruppo De Benedetti. In sostanza i giudici riuscirono a provare che sul conto di Squillante arrivò in contanti oltre mezzo miliardo di lire, ma quel denaro non poteva servire ad influenzare decisione giudiziarie su cui Squillante non aveva un controllo diretto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE