Tornasol, il Procuratore: "Analisi positive ad alcuni farmaci, ma non c'è alterazione"

Barsaba Taglieri
Luglio 27, 2017

È quanto emerso dai risultati dei prelievi di sangue effettuati il 2 luglio.

Un atteggiamento che aveva spinto il procuratore Salvatore Vitello a dare incarico ai carabinieri forestali di effettuare un prelievo ematico "per verificare le cause della sua alterazione psico-fisica accertata dal collegio veterenario che hanno portato all'applicazione dell'articolo 50 del Regolamento per il Palio". Ulteriori indagini sonno tuttora in corso.

A distanza di oltre 20 giorni i risultati delle analisi sono finalmente arrivati a palazzo di giustizia accompagnati anche da una relazione di valutazione tecnica del competente ufficio del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Ma positività ai test non spiega forfait al Palio di Siena.

"Allo stato non sussiste invece alcuna relazione tra le sostanze rilevate nel sangue ed il comportamento tenuto dal cavallo Tornasol durante i tentativi di entrata tra i canapi". Farmaci che non hanno influito sul comportamento. Il Palio però non sta passando un bel periodo.

A proposito di Trecciolino: appena dopo il Palio di luglio il Giudice per l'Udienza Preliminare del Tribunale di Siena, Roberta Malavasi, ha accolto le richieste di rinvio a giudizio della Procura di Siena riguardanti Luigi Bruschelli, il figlio Enrico Bruschelli, Sebastiano Murtas (entrambi fantini del Palio) ed un veterinario di Viterbo. L'accusa riguarda poi la somministrazione ad alcuni cavalli di un cocktail di farmaci, per lo più antinfiammatori e antidolorifici, per mantenere il loro sangue al di sotto della soglia di rilevanza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE