Napoli, le mani della camorra sul mercato del pesce: scoperto giro d

Bruno Cirelli
Luglio 27, 2017

Un'indagine della Direzione distrettuale antimafia di Napoli ha portato alla luce l'infiltrazione del clan di camorra dei Mariano tra i banchi del pesce del mercato partenopeo. Il procuratore aggiunto, Filippo Beatrice, evidenzia "la struttura organizzativa in nero, sottratta ai controlli sanitari, con evidenti ricadute in termini di salute e tutela del consumatore". Una terza persona è finita ai domiciliari.

Acquistavano e vendevano prodotti ittici per riciclare il denaro del clan Mariano del centro storico di Napoli.

Il volume degli affari trattati, documentati con sequestri di denaro contante avvenuti durante le indagini, unitamente a verifiche di natura finanziaria, hanno fatto emergere uno scenario di assoluto rilievo dal punto di vista economico, con movimentazioni di denaro pari a milioni di euro l'anno. E' soprannominato anche il clan dei "Picuozzi", dal nome del cordone del saio indossato da alcuni monaci.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE