Cnh Industrial, utile di 247 milioni

Paterniano Del Favero
Luglio 27, 2017

Il management ha migliorato le stime finanziarie per il 2017. La crescente domanda in America Latina ha comportato un aumento dei ricavi di vendita a 2,89 miliardi (3%). L'utile netto adjusted è stato pari a 324 milioni di dollari. Si registrano ricavi per attività industriali in crescita del 3,2% (4,5% a cambi costanti) per un ammontare pari a 6,9 miliardi di dollari.

Nel primo semestre la societa' controllata dalla Exor della famiglia Agnelli e' tornata a conti in nero con un utile netto pari a 296 milioni, rispetto a perdite nette per 384 milioni un anno prima, su ricavi in rialzo del 4,2% a 12,63 miliardi. L'utile netto adjusted è stato pari a 266 milioni di dollari. L'indebitamento totale al 31 giugno 2017 è salito a 25,5 miliardi di dollari.

Le azioni hanno subito un forte apprezzamento negli ultimi mesi a causa del miglioramento dei mercati di riferimento: a novembre dello scorso anno erano su minimi a 6,2 euro circa e, intorno a metà luglio, hanno segnato un massimo a 10,69 euro.

Nel dettaglio, i vertici stimano ricavi netti delle attività industriali per circa 24 miliardi di dollari, rispetto ai 23-24 miliardi previsti in precedenza. Il risultato diluito per azione adjusted dovrebbe attestarsi a 0,41 dollari, stima che si confronta con l'intervallo di 0,39-0,41 dollari indicati in precedenza. L'utile netto è stato pari a 247 milioni di dollari per il secondo trimestre del 2017 ed include un onere di 17 milioni di dollari (11 milioni di dollari al netto dell'impatto fiscale) relativo al rimborso anticipato, nel mese di giugno 2017, del prestito obbligazionario in essere denominato "7⅞% Senior Notes due 2017" emesso da Case New Holland Industrial Inc.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE