Apple dovrà pagare 506 milioni $ all'Università del Wisconsin

Geronimo Vena
Luglio 27, 2017

A quanto pare l'Università di Wisconsin-Madison avranno un bel po' di budget aggiuntivo per i prossimi anni.

Il brevetto sarebbe stato sfruttato da Apple per lo sviluppo che processori mobile A7, A8 e A8X utilizzati su iPhone e iPad. Il sistema del circuito predetto consente di aumentare le performance del processore prevedendo le istruzioni in arrivo dal sistema operativo.

Secondo il giudice della corte distrettuale, Apple deve pagare questi danni aggiuntivi per aver continuato ad utilizzare la tecnologia brevettata anche nel 2016.

Un brevetto di Apple mostra potenziali applicazioni per la realtà aumentata Apple Metaio patent AR mapping drawing 001 TechNinja

Stangata sulla Apple da parte di un tribunale statunitense: il colosso californiano dovrà pagare 506 milioni di dollari al WARF, ente di ricerca dell'università del Wisconsin.

La casa di Cupertino ovviamente non ha intenzione di mettere mano nel portafoglio e versare tutta quella somma di denaro, perciò ha presentato ricorso per la sentenza emessa, negando tutte le accuse e sostenendo l'invalidità del brevetto. Originariamente il giudice aveva previsto una multa massima di 862 milioni di dollari, ma la cifra è stata ridotta a 506 milioni perché la violazione di Apple è stata definita non intenzionale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE