Ticinonline - Trump pensa a sostituire Sessions

Bruno Cirelli
Luglio 25, 2017

Smentendo indiscrezioni secondo cui il presidente Donald Trump stia valutando se affidargli il dipartimento di Giustizia, l'ex sindaco di New York Rudolph Giuliani ha difeso Jeff Sessions: secondo lui, ha fatto la scelta giusta nel decidere lo scorso marzo di astenersi dal Russiagate. Una tensione che, visto il recente coinvolgimento dello stesso Sessions in presunti colloqui con l'ambasciatore Sergej Kislyak, potrebbe spingere Trump a valutare un avvicendamento per il ruolo di Attorney general. A riportarlo è ancora il quotidiano statunitense "Washington Post".

Trump potrebbe ordinare a Rosenstein di licenziare Mueller. Per Trump sarebbe una strategia rischiosa da seguire perché la nomina di un ministro della Giustizia ad interim richiederebbe la conferma del Senato. Un'ipotesi che, secondo il presidente, dovrebbe essere percorribile anche qualora Rosenstein rimanesse in carica. Lo riporta il Washington Post citando alcune fonti, secondo le quali alcuni dei collaboratori di Trump avrebbero anche avanzato nomi su chi potrebbe sostituire Sessions nel caso si dimetta o venga licenziato. Un progetto alquanto articolato che, però, permetterebbe la deposizione di Sessions e, al contempo, quella di Mueller. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Ma in mattinata su Twitter lo aveva. "Perché le commissioni e gli investigatori e ovviamente il nostro assediato segretario alla Giustizia, non stanno indagando sui crimini della disonesta Hillary e sulle relazioni con la Russia?".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE