Nuoto, Mondiali Budapest 2017: Simona Quadarella bronzo nei 1500 stile libero

Rufina Vignone
Luglio 25, 2017

Simona Quadarella, come tutte le sue colleghe in vasca, nulla ha potuto contro la mostruosa Katie Ledecky che ha presto preso il largo, lasciandosi tutte le avversarie alle spalle, con un larghissimo vantaggio, che le ha permesso di gestire al meglio la gara, recuperando le energie quando necessario. L'aliena Katie Ledecky fa una gara in solitaria staccando fin da subito le avversarie e andando a vincere, senza troppi sforzi, in 15'31 " 82, ma dietro la battaglia per una medaglia mondiale ha visto pian piano sfaldarsi il gruppo delle inseguitrici fino a rimanere in due, l'azzurra e la spagnola Belmonte Garcia che alla fine l'ha preceduta andando a conquistare l'argento in 15'50 " 89. Si è presa la medaglia. "Ci ho creduto sempre, ho lavorato tanto per questo, ma pensavo fosse impossibile" dice l'atleta dei Vigili del Fuoco e del circolo Aniene, classe '98. E sono lacrime, tante quelle che Quadarella - la risposta al femminile di Greg Paltrinieri - si lascia scorrere sul viso perché il suo debutto sulla passerella del nuoto che conta lo sognava proprio così. Ha infranto il muro dei 16': ad aprile valeva 16'10 " 66.

L'Italia continua a salire sul podio dei Mondiali di Nuoto, in corso a Budapest. Ai 200 è seconda in 2'05 " 70, ai 400 è seconda in 4'14 " 28, di 8 centesimi sulla spagnola. Ai 550 la magiar supera la romana. Sono terza, mi ripetevo, terza al mondo. La Quadarella dovrà guardarsi innanzitutto da Boglarka Kapas, l'ungherese padrona di casa; le ha dato due secondi e mezzo in batteria, ma la ventiquattrenne di Debrecen è la campionessa europea in carica e due anni fa a Kazan ha vinto la medaglia di bronzo, e se anche non ha nei 1500 la sua distanza preferita (lo sono invece gli 800) è una minaccia concreta. Anche questa una grande impresa mai riuscita a nessuna donna.

L'azzurra ha stabilito anche il record personale. La finale è molto aperta, a parte la prima posizione. "Dopo Rio sono contenta di essermi data un'altra possibilità".

CARINI OUT - Giacomo Carini si peggiora di 7/100 dal mattino, resta lontano dal suo record italiano di 1'55 " 40 e non prende la finale dei 200 farfalla in 1'56 " 59.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE