Covid / Draghi: "Riaperture, vaccini e le polemiche su AstraZeneca. Vi spiego..."

Barsaba Taglieri
Aprile 9, 2021

Per lo Sputnik, l'Ema ha iniziato la valutazione su profilo di sicurezza ed efficacia, la quale è risultata superiore al 90 per cento ma questo non è l'unico aspetto a cui bisogna guardare, non ultimo la rispondenza a criteri di qualità nella produzione e distribuzione del vaccino. Con che coscienza un giovane è capace di saltare la lista per vaccinarsi, sapendo che lascia esposto al rischio una persona di oltre 75 anni?

Le dosi quotidiane ora sono 293mila. La disponibilità di vaccini non è calata, i numeri sono come prima di Pasqua, sta risalendo secondo il trend previsto. La disponibilità di vaccini che abbiamo in aprile permette di vaccinare chi ha più di 80 anni, in tutte le Regioni, e gran parte chi ne ha più di 70.

VACCINAZIONI E RIAPERTURE. Ridurre il rischio di morte significa riaprire con più tranquillità.

La priorità, non ha dubbi Draghi, è quella di vaccinare i più anziani e i più fragili. C'è un equilibrio. Normale chiedere aperture: la migliore forma di sostegno all'economia sono le aperture, ne sono consapevole. In merito alle manifestazioni che ci sono state, uno deve sempre condannare la violenza, ma io capisco il senso di smarrimento, di alienazione in questa situazione di limitata mobilità e interazione sociale.

Se chiedete a me, vedo le prossime settimane di riapertura, a cominciare dalle scuole. Quanto più celermente procedono le vaccinazioni, tanto più celermente si potrà riaprire.

"E' meglio avere il 100% delle categorie a rischio vaccinate e meno gli altri: è essenziale anche per la ripresa dell'economia", ha aggiunto facendo riferimento all'obiettivo delle 500mila dosi al giorno che resta confermato. "Non ho una data per le riaperture, perché dipendono dall'andamento dei contagi e dalle vaccinazioni nelle classi a rischio".

In primavera inoltrata e dopo un inverno di semi-lockdown, diventa sempre più pressante il tema delle riaperture, soprattutto con l'avvicinarsi della stagione turistica. La stagione turistica non è abbandonata. La raccomandazione è utilizzare il vaccino Astrazeneca per coloro che hanno più di 60 anni di età. "Oggi c'è stato il primo incontro di una serie sul Recovery Plan". Sono molto incoraggiato dal clima di collaborazione con le Regioni e gli enti locali.

Vi aggiorneremo se ci saranno novità.

Il Premier si è presentato in conferenza stampa accompagnato dal professore Locatelli, cui vengono demandate le questioni più strettamente sanitarie. Il commissario prepara una direttiva alle Regioni, che dovrebbe essere pronta domani, con regole uniformi e chiare per tutte sugli obiettivi da raggiungere sul territorio nella somministrazione dei vaccini agli over 60. Speriamo, magari anche prima. "Quindi è complicato interrompere questo flusso".

"Bisogna riacquistare il gusto del futuro".

"La prima cosa sono le linee guida espresse dal ministro Speranza e dal Cts".

Infine, il premier è stato molto duro nel commento di quello che è stato ribattezzato come 'sofagate'. "Con che coscienza uno che non ha bisogno salta la lista?". Non condivido il comportamento di Erdogan nei confronti della presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE