IoApro, tafferugli a Roma sotto al Parlamento: la rabbia dei ristoratori

Barsaba Taglieri
Aprile 6, 2021

Tafferugli a Montecitorio, proprio sotto al Parlamento, durante la manifestazione organizzata dai ristoratori di IoApro e da altre associazioni rappresentative dei settori più colpiti da crisi economica. Il lancio di oggetti è stato piuttosto prolungato: addirittura è arrivato un megafono dalle parti delle forze dell'ordine e degli operatori televisivi impegnati nelle riprese: a Tagadà Tiziana Panella ha trasmesso tutto in diretta, compreso il poliziotto insanguinato ma per fortuna non in condizioni gravi.

Dopo una mezz'ora dall'inizio della protesta di IoApro, con ospiti importanti ancora sul palco tra cui Vittorio Sgarbi e Luca Marsella di CasaPound, alcuni manifestanti hanno cercato di oltrepassare le transenne per raggiungere Montecitorio, trovando la dura risposta delle forze dell'ordine che hanno immediatamente caricato. Secondo quanto si è appreso ci sarebbero dei manifestanti fermati.

Al sit-in partecipano diverse categorie di esercenti, dai ristoratori ai proprietari di palestre, che chiedono la riapertura delle attività. Tra loro, prima che la situazione degenerasse, c'erano le bandiere blu di Italexit, il movimento fondato dal senatore ex M5s Gianluigi Paragone, e persino un uomo travestito come Jake lo sciamano, il membro del movimento Q-Anon divenuto famoso per aver fatto irruzione al congresso americano.

Tra i manifestanti uno indossa un copricapo con le corna simile a quello visto durante l'assalto a Capitol Hill. Noi siamo al loro fianco e non solo a parole, e anche se è politicamente scorretto sostenere chi non ha intenzione di sottostare alle folli imposizioni del governo, crediamo che sia assolutamente necessario ed inevitabile ribellarsi a Dpcm, già dichiarati incostituzionali dai giudici, che calpestano il diritto al lavoro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE