Da domani rientro a scuola confermato per 5,6 milioni di studenti

Bruno Cirelli
Aprile 6, 2021

Nonostante le restrizioni imposte dalla zona rossa, i contagi sono di nuovo in salita.

Nell'ordinanza firmata da Emiliano è scritto che "con decorrenza dal 7 aprile e sino al 30 aprile l'attività didattica delle scuole di ogni ordine e grado si svolge in applicazione dell'articolo 2 del decreto-legge 1 aprile 2021 n.44". Una decisione imposta dal Governo centrale, che vuole garantire il diritto all'istruzione in presenza anche in zona rossa, togliendo ai governatori la possibilità di disporre la chiusura degli istituti scolastici. Molte scuole della regione hanno già comunicato le modalità di riapertura, per mercoledì prossimo.

"Se potrete anche partecipare fisicamente in piazza, ci teniamo a precisare che la manifestazione sarà organizzata con tutte le garanzie di sicurezza, e verrà svolta nel pieno rispetto delle norme anti-contagio, e chi vorrà parteciparvi potrà farlo specificandone la motivazione sull'autocertificazione (si è autorizzati ad uscire dal proprio Comune, quando si partecipa ad una manifestazione)". I Sì Dad puntano il dito contro lo Stato che - affermano - "in questi mesi non ha provveduto a installare impianti di ventilazione nelle classi come invece è stato fatto in Germania né è intervenuto per eliminare il problema delle classi pollaio".

"Ho appena emanato l'ordinanza che consente alle famiglie pugliesi che lo desiderano di tutelare la loro salute attraverso la libera richiesta di didattica digitale integrata", così il giorno di Pasqua con un post su Fb il presidente della regione Puglia, annuncia di aver emanato una nuova ordinanza che riguarda le scuole pugliesi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE