Italia zona rossa, regole per oggi 5 aprile

Barsaba Taglieri
Aprile 5, 2021

Ovunque saranno intensificati i controlli. In questo caso, gli spostamenti vanno giustificati con l'autocertificazione (qui il modello da compilare). Il provvedimento consente gli spostamenti per visite private -a parenti o ad amici- ad un massimo di due persone "che potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone con disabilità o non autosufficienti conviventi".

SPOSTAMENTI - Si può uscire dal Comune di residenza per i motivi di necessità, urgenza, sanitari e per fare la spesa "laddove il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati".

Si chiede, con raccomandazioni, di non accogliere persone non conviventi. Sta facendo il giro della rete il video del sindaco del comune di Minori, sulla Costiera amalfitana, che è personalmente intervenuto per impedire un pic-nic di protesta organizzato dal movimento #ioapro, che da alcune settimane riunisce in manifestazioni e simbolici atti di disobbedienza civile sempre più commercianti che si oppongono alle chiusure emanate dal governo.

Resta consentita l'attività motoria, purché svolta individualmente, evitando assembramenti e restando nei pressi della propria abitazione.

Sarà possibile spostarsi dalla propria residenza solo per comprovati motivi legati a salute, lavoro, urgenza o studio.

Tuttavia, come a Natale, sono previste alcune deroghe sugli spostamenti.

Non è consentito organizzare un pranzo all'aperto, sia pur distanziati. È obbligatoria la distanza di almeno un metro da ogni altra persona e indossare dispositivi di protezione individuale. Sono sempre vietati gli assembramenti.

Nello specifico, da sabato 3, vigilia di Pasqua, al 5, lunedì dell'Angelo, sarà operativo sia il divieto di spostarsi tra una regione e l'altra che il coprifuoco tra le ore 22 e le 5 del mattino.

SHOPPING - Chiusi, come tutti i weekend in zona rossa, i centri commerciali e le grandi e medie strutture. "Sull'intero territorio nazionale è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome". Le sanzioni possono andare da 400 a 1.000 euro, ma l'importo può crescere se ad essere multato sarà un soggetto per il quale è in vigore l'obbligo di quarantena domiciliare. Vietato quindi lo spostamento in seconde case di amici o parenti. Può andare nella seconda casa soltanto chi dimostra di averne avuto titolo (quindi ne è proprietario o affittuario da una data antecedente al 14 gennaio 2021). L'accesso alle seconde case per i non residenti è vietato in Valle d'Aosta, Alto Adige, Trentino, Toscana, Sardegna.

Per quanto riguarda la Sicilia, resta la regola del tampone: chi arriva sull'isola deve esibire il risultato negativo di un test effettuato 48 ore prima dell'arrivo. Non si può andare nella seconda casa con amici e parenti. Dal 3 al 5 aprile in tutta Italia sono in vigore le restrizioni per evitare l'ulteriore diffusione del contagio durante le festività.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE