Olbia, chiusi a Pasqua, i supermercati aperti a Pasquetta

Ausiliatrice Cristiano
Aprile 3, 2021

Arriva la tre giorni di "Pasqua rossa", con sabato, domenica e il Lunedì dell'Angelo in lockdown, come un anno fa e come a Natale. "La Filcams Cgil ritiene che non siano eroi - conclude Buonopane -, ma persone che hanno lavorato con dedizione nonostante i rischi, lo stress e le difficoltà e i giorni di festa meritano di passarli al sicuro con chi e dove preferiscono, di certo non vogliono passare Pasqua e Pasquetta a lavoro!". Le passeggiate, anche in bici, sono consentite solo vicino casa così come l'attività sportiva, ma in solitaria e comunque con una distanza interpersonale di almeno due metri. Inoltre, per i giorni di domani, sabato 3, domenica 4 e lunedì 5, vige il divieto di assembramento e di stazionamento in tutto il territorio comunale: pubbliche vie, piazze, ville, giardini, aree attrezzate, spiagge ed arenili.

Sono chiusi i Centri Commerciali. "Sarebbe auspicabile che per le prossime festività si prevedesse la chiusura anche dei supermercati: in piena zona rossa, con tutte le altre attività chiuse, è davvero utile e indispensabile mantenere aperti i supermercati?", chiedono i sindacati.

Nei giorni di Pasqua e Pasquetta i mercati di generi alimentari, piante e fiori si possono svolgere? Rimarranno aperte solo edicole, distributori di carburante, tabaccai, fiorai, farmacie e parafarmacie.

ATTIVITA' DI RISTORAZIONE: sono sospese le attività dei servizi di ristorazione con consumazione sul posto (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale.

Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati. Il fatto d'essere all'aria aperta non mette al riparo dai controlli che, annunciano le forze dell'ordine, saranno potenziati e capillari.

Un chiarimento va reso con riferimento ai panifici.

Così come avevamo già chiarito nello scorso mese di gennaio 2021 - in occasione della zona rossa del Comune di Messina - i panifici che vendono il pane ed i prodotti da forno, potranno restare aperti senza limitazione (nel rispetto degli orari osservati normalmente). E' necessaria l'autocertificazione. Per il resto le regole sono sempre quelle che impongono l'ingresso dei fedeli in numero contingentato, l'obbligo di mascherina e la distanza di sicurezza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE