Coronavirus, il rapporto Oms: diffusione non dovuta ad una fuga dal laboratorio

Paterniano Del Favero
Aprile 1, 2021

Quattordici Paesi tra cui gli Stati Uniti hanno affidato a una dichiarazione congiunta la preoccupazione che il rapporto dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sulle origini del nuovo coronavirus è stato ritardato e compilato senza poter avere accesso a dati completi.

A riportare la notizia è stata l'Associated Press, dopo aver visionato in esclusiva la bozza del rapporto conclusivo degli esperti, inviata da un "diplomatico di stanza a Ginevra" in forma anonima. Parole che fanno eco a quelle del direttore dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, il quale ha criticato la Cina per la scarsa collaborazione.

Liguria. Dall'inizio della pandemia, molte sono stati i dubbi sull'origine del Covid-19 e soprattutto sulla sua diffusione a livello mondiale. Ma quel che è peggio è che rimangono aperte moltissime domande.

La causa, invece, sembra essere dovuta alla trasmissione del virus dai pipistrelli all'uomo attraverso un animale intermediario, un'ipotesi che secondo lo studio dell'Oms è da "probabile a molto probabile". I ricercatori elencano quattro scenari in ordine di probabilità sull'origine del virus Sars-CoV-2, responsabile del Covid. Il report scarta quasi del tutto la teoria della fuoriuscita del virus dal laboratorio di virologia di Wuhan, che nelle ultime settimane, però, è tornata a far discutere non solo i trumpiani - che usavano la teoria soprattutto per scopi politici - ma anche i più moderati.

Il report, inoltre, rimane poco chiaro se la pandemia sia effettivamente iniziata dal wet market di Wuhan, che ha contato per primo un grande numero di contagiati nel dicembre del 2019.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE