Approvato il Decreto Covid Aprile 2021: Italia ancora "blindata"

Geronimo Vena
Aprile 1, 2021

Partiamo dalle restrizioni su spostamenti e attività economiche: nessuna novità rispetto all'attuale situazione, quindi le zone gialle sono sospese fino al 30 aprile.

Non è ancora chiaro se verrà preso un provvedimento ad hoc o se l'obbligo verrà inserito fra le misure anti-contagio. La disposizione vale anche per gli autonomi.

IN ZONA ROSSA STOP VISITE AD AMICI, MA A PASQUA SÌ - Nelle zone rosse non sarà consentito andare a trovare parenti o amici una volta al giorno e in massimo due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi) come invece sarà permesso nel weekend di Pasqua quando tutta Italia sarà in rosso.

Saranno obbligati a vaccinarsi "gli esercenti, le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private, farmacie, parafarmacie e studi professionali", secondo quanto si legge nella bozza del decreto. In tutti questi casi, la vaccinazione è considerata requisito essenziale per l'esercizio della professione.

Dal 7 al 30 aprile tutta l'Italia sarà in zona arancione o rossa, ma se un territorio avrà dati da zona gialla il governo potrà decidere di valutare un allentamento delle misure. "Con decreto del Ministro della giustizia, da adottarsi entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, previo parere favorevole del Comitato tecnico scientifico (.) sono stabilite le modalità operative per lo svolgimento della prova scritta e della prova orale del concorso, nonché le condizioni per l'accesso ai locali destinati per l'esame, al fine di prevenire possibili fenomeni di diffusione del contagio da Covid-19".

Italia in zona rossa e arancione dal 7 fino al 30 aprile, con restrizioni su visite a parenti e amici. In queste aree è prevista invece l'adozione di forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica, con la scuola in presenza assicurata per "almeno il 50%, e fino a un massimo del 75%" della popolazione studentesca; gli altri faranno lezione a distanza. Si potranno varcare i confini soltanto per "comprovate esigenze" - motivi di lavoro, salute e urgenza - con l'autocertificazione. La sanzione scadrà prima se gli interessati ci ripenseranno e si sottoporranno alla vaccinazione o comunque al completamento del piano vaccinale.La sospensione interverrà solo se non sarà possibile l'assegnazione a mansioni diverse del lavoratore che non implicano il rischio di diffusione del contagio. In assenza di miglioramenti drastici dei dati bar e ristoranti resteranno chiusi per tutto aprile. E' il caso ad esempio di Campania Puglia e Liguria, che hanno posto per Pasqua il divieto non solo per i non residenti ma anche per i residenti. Possibile solo l'asporto, fino alle 18, e la consegna a domicilio, fino alle 22 e solo per i ristoranti. Previsto anche lo 'scudo penale' per i somministratori che seguono le regole, limitando la punibilità ai soli casi di colpa grave.

Nel frattempo da oggi e fino al 2 aprile in tutta Italia sono in vigore le zone rosse e quelle arancioni.

Sarà sempre possibile raggiungere le seconde case, anche in zona rossa, a patto che non ci siano però ordinanze dei presidenti di Regione che impongono regole più restrittive. "Dal 3 maggio 2021 è consentito lo svolgimento delle procedure selettive in presenza dei concorsi banditi dalle pubbliche amministrazioni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE