Covid, il Lazio verso la zona arancione da lunedì

Bruno Cirelli
Marzo 25, 2021

Secondo l'ultimo decreto del governo guidato da Mario Draghi infatti nei giorni 3, 4 e 5 Aprile - in vista della Pasqua - tutta Italia sarà in zona rossa al fine di evitare una rapida diffusione del virus e quindi un ulteriore incremento dei contagi.

I nuovi cambi di colore delle Regioni, tuttavia, verranno determinati dal ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo il consueto monitoraggio del venerdì. Bar, ristoranti e pasticcerie rimarrebbero chiusi mentre potrebbero tornare a lavoro estetiste, parrucchieri e barbieri.

Al momento la mappa dell'Italia è così suddivisa: in zona arancione ci sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Liguria, Molise, Sicilia, Sardegna, Toscana, Umbria, Valle d'Aosta e alla Provincia Autonoma di Bolzano; la zona rossa comprende Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e alla Provincia Autonoma di Trento. La Lombardia - salvo clamorosi ribaltoni da qui a venerdì 26 marzo - rimarrà zona rossa sino a lunedì 5 aprile 2021.

In ogni caso, anche qualora la Lombardia fosse passata in zona arancione questa sarebbe durata pochi giorni. "Siamo arancioni ma ai limiti", ha detto il presidente Giani. "Le prossime settimane saranno migliori di quelle che abbiamo vissuto" ha detto il ministro. Sotto soglia anche Bergamo (185) e Lodi (198), ma tutte le altre provincie sono sopra, alcune ampiamente: Como 336, Sondrio 307, Brescia 429, Monza 363, Lecco 288, Varese 289, Pavia 300, Cremona 344.

Dovrebbero restare in zona rossa Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Trento, Veneto, Emilia-Romagna, Marche e Puglia. "Quando si potranno riprendere gli spostamenti da una regione all'altra dipenderà dal quadro epidemiologico, ma i nostri scienziati confidano che le misure adottate e il numero sempre più ampio di persone immunizzate possano migliorare la situazione in tempi non troppo lunghi", ha spiegato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE