Juventus Benevento, emergenza in difesa: scelte obbligate per Pirlo

Paterniano Del Favero
Marzo 22, 2021

Contro ogni pronostico e di fronte anche alla più ottimistica delle previsioni, la squadra di Simone Inzaghi sbanca il fortino bianconero e si aggiudica 3 punti pesantissimi. Magari non vincere ma pareggiare.

Dopo la rotonda vittoria sul Cagliari, la Juventus ancora scottata dopo l'eliminazione in Champions League cerca di bissare contro il Benevento in casa per provare a colmare la distanza in classifica con Milan e Inter.

Il Benevento compie l'impresa.

Al 4' è Ronaldo a farsi vedere nell'area campana, il suo diagonale sul palo lontano esce di pochissimo. Al 22'pt cross di Ronaldo, Tuia riesce ad anticipare di testa con la sfera che va sui piedi di Danilo: l'esterno, da solo, perde l'attimo giusto e colpisce Barba da ottima posizione.

Al 24'pt testa di Tuia sugli sviluppi di una punizione di Viola: la palla sorvola la traversa. Nel primo tempo attacca di più la Lazio che ha la prima occasione all'11' con Luis Alberto, Musso non para bene e Immobile sulla respinta calcia fuori. Al 35' rigore per la Juve per un tocco di Foulon col braccio: il VAR richiama Abisso, che corregge una decisione errata.

La ripresa comincia con lo stesso copione del primo, Juventus in avanti a caccia del gol con l'11 di Inzaghi che si difende con ordine e pronto a ripartire in contropiede. Al 65' Ronaldo, spalle alla porta, si gira e con un rasoterra improvviso non trova di poco la porta. L'assetto con loro due, Cristiano e Chiesa insieme mi ha convinto e non avevo dubbi. A 15' dalla fine ci prova Bernardeschi con un tiro al volo, palla alta. Pirlo inserisce così subito McKennie e Bentancur, sperando di ravvivare al meno il centrocampo spento della Juventus. Al 38'pt Cr7 in rete dopo un grande assist di Kulusevski: l'arbitro annulla per un netto fuorigioco.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE