Consiglio Ministri, Draghi: "Ok Decreto Sostegni, soldi a tanti in poco tempo"

Geronimo Vena
Marzo 22, 2021

L'ex governatore della Banca centrale europea potrebbe parlare subito dopo il via libera del CdM, spiegando di aver stanziato 12 miliardi di euro per le imprese (10 i miliardi totali elargiti alle aziende nel 2020), 10 miliardi per il lavoro, 6 miliardi per la sanità, 3 per le Regioni e i Comuni.

Il Decreto Sostegni prevede anche un aiuto alle partite IVA, che potranno beneficiare di un indennizzo di 3.000 euro complessivi, che scendono a 2.400 per i lavoratori stagionali e dello spettacolo, mentre viene rinnovato il reddito di emergenza per tre mesi e rifinanziato con un miliardo il Reddito di cittadinanza. "L'obiettivo è dare più soldi possibile a tutti e il più velocemente possibile". Tra le misure introdotte c'è anche l'abbandono dei codici Ateco e una maggiore velocità dei pagamenti. "Se tutto va come previsto oggi, 11 miliardi entreranno nell'economia nel mese di aprile".

Rete4, a partire dalle ore 18 sarà in onda con lo "Speciale Tg4 - Gli aiuti di Draghi", condotto da Giuseppe Brindisi, che seguirà in diretta la presentazione del Decreto Sostegno da parte del premier. "Questo è un anno in cui non si chiedono soldi, si danno soldi".

"I pagamenti inizieranno l'8 aprile, per chi avra' fatto domanda. Nessuna prevenzione, nessun dubbio". "Noi andiamo forte a livello nazionale ma le Regioni sono molto difformi, alcune arrivano al 25% e altre al 5%: sono difformi nei criteri e nelle capacità di somministrare i vaccini". C'è stato un calo da 150 mila a 100 mila vaccinazioni al giorno ma poi questo rallentamento è stato quasi compensato dall'utilizzo degli altri vaccini.

Tuttavia è prevista anche la possibilità che la cifra spettante venga utilizzata sotto forma di compensazione fiscale come credito d'imposta. Ma sono previsti bonus una tantum anche per i circa 200 mila collaboratori sportivi.

"Bisogna essere pratici. Il coordinamento europeo ha un grandissimo valore aggiunto, l'ho sempre sostenuto ma qui però si tratta della salute".

"Non mi sono ancora prenotato ma farò AstraZeneca".

"Il mondo della scuola sarà il primo a riaprire - ha specificato il Premier - se la situazione dei contagi lo permetterà. Sarà la prima attività ad essere riaperta riprendendo la frequenza almeno alla prima media". Per quanto riguarda gli interventi economici a sostegno delle aziende, il decreto prevede 11 miliardi di euro a fondo perduto da destinare alle attività maggiormente colpite dalla pandemia.

Nel pomeriggio di mercoledì a Palazzo Chigi si è tenuto il vertice di governo fissato per lavorare al decreto Sostegni e definire tutta una serie di norme ancora da perfezionare.

Si parlerà inevitabilmente anche della vaccinazione in Italia: sono molto attese le parole del premier Draghi alla sua prima vera conferenza stampa ufficiale dal suo insediamento a Palazzo Chigi DECRETO SOSTEGNI.

Per i meno abbienti (chi ha perso lavoro e sussidi di disoccupazione) si pensa a un'estensione del reddito di emergenza (più ampia la platea, maggiore l'importo ricevuto).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE