Caos vaccini, anche Moratti silura il sistema di prenotazione (regionale)

Bruno Cirelli
Marzo 22, 2021

Salvini: "Caos in Lombardia?". Così il leader della Lega, Matteo Salvini ha risposto a una domanda sui disagi della campagna di vaccinazione in Lombardia, e in particolare a Cremona, in un video su Repubblica.

Nata il primo luglio 2019 dalla fusione di tre società regionali, Arca (Centrale Acquisti regionale), Lispa (Lombardia Informatica) e Ilspa (Infrastrutture Lombarde), l'Agenzia Regionale per l'Innovazione e gli Acquisti aveva l'ambizione di diventare una digital company efficiente in grado di gestire le infrastrutture fisiche e digitali lombarde e gestire il ciclo degli acquisti della Regione. "L'idea di unire tre 'carrozzoni', creando un 'carrozzone' unico non poteva funzionare già in partenza", spiega a Fanpage.it il consigliere regionale di Più Europa Michele Usuelli, che questa fusione osteggiò fin dall'inizio. "La colpa sembrerebbe di Aria, o forse dei cup o degli HUB che ancora non ci sono".

Anche il passaggio da Aria a Poste deve essere accelerato per poter essere pronti alla campagna vaccinale massiva, ma, nel frattempo, si tolga ad Aria la gestione della campagna per over80 e docenti e la si affidi direttamente alle Asst che, in sinergia con sindaci che possono mettere a disposizione le loro anagrafi, possano procedere direttamente alla convocazione degli anziani e alla segnalazione ai vaccinatori delle persone fragili che devono essere vaccinate a domicilio. Aria SpA ha la sua parte di responsabilità ma non deve diventare paravento dei fallimenti di una Giunta di centrodestra che da più di 20 anni governa, male, il nostro sistema sanitario. È quanto ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, aggiungendo che "le situazioni di criticità come quelle che si sono verificate nel fine settimana offrono un'immagine distorta dei risultati che a oggi abbiamo raggiunto".

Moratti e Bertolaso, invece di annunciare iniziative spettacolari, dovrebbero spiegare perché hanno deciso di discostarsi da un piano nazionale che in altre regioni ha dimostrato di funzionare. Non solo la ratio alla base della decisione di creare una società informatica regionale - cioè il "mi creo dall'interno una software house" - è venuta meno, ma si è generato anche un sistema di affidamenti esterni a consulenti su cui, come denuncia Usuelli, c'è un'opacità di fondo (l'elenco dei consulenti per l'anno 2020, sul sito web, è vuoto). "È un sistema arcaico, medievale, non lo chiamerei sistema di prenotazione ma sistema di registrazione e convocazione".

La breve storia di Aria è già costellata di molti scivoloni. Critiche contro il sistema di prenotazione della Regione Lombardia, gestito dalla società Aria, sono state espresse dalla vicepresidente Letizia Moratti. L'ultima inefficienza la racconta Usuelli: "Ho scoperto che il sistema non inserisce i numeri di telefono dei vaccinandi".

"Non sono più ammesse incertezze - ha affermato -".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE