18 marzo 2021, anche Bra commemora le vittime del Covid

Rufina Vignone
Marzo 18, 2021

L'epicentro delle commemorazioni sarà a Bergamo, con la partecipazione del presidente del Consiglio Mario Draghi. In concomitanza con l'arrivo a Bergamo del Presidente del Consiglio dei Ministri, prevista per le ore 11 di domani, ritroviamoci davanti ai nostri municipi, indossando la fascia tricolore, per osservare un minuto di silenzio al cospetto della bandiera italiana esposta a mezz'asta.

Il significato del breve, ma intenso minuto di silenzio, nell'intento dei quattro primi cittadini dei comuni contermini, vuole allargarsi e abbracciare tutte quelle famiglie che sono state colpite in modo grave dalla pandemia e, che nel caso estremo, hanno fatto anche l'esperienza della perdita di un congiunto. Nel loro territorio infatti durante la prima ondata molti sono stati coloro che si sono ammalati di Coronavirus e tra questi un numero significativo non è riuscito a superare positivamente la malattia.

Una data simbolica, scelta perché proprio il 18 marzo di un anno fa si vide per la prima volta la triste ed agghiacciante immagine che fece il giro del mondo: i camion dell'esercito che portavano via centinaia e centinaia di vittime lombarde, per le quali non vi era più posto neppure nei cimiteri della zona.

Genova. Si celebra oggi in tutta Italia la prima Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'epidemia da coronavirus, che diventerà una ricorrenza fissa ogni anno come prevede un disegno di legge approvato ieri dalla commissione Affari istituzionali del Senato. Tale iniziativa è stata lanciata in tutto il Paese da Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell'Anci nazionale. Bergamo commemorerà le vittime dell'emergenza coronavirus, che ha provato duramente la città e il territorio provinciale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE