Il piano di Figliuolo? Come quello di Arcuri

Paterniano Del Favero
Marzo 14, 2021

Genova. È stato diffuso ieri il piano del commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo per l'esecuzione della campagna vaccinale nazionale.

Si cerca un modo per ottimizzare la campagna vaccinale e, forse, questa volta la Calabria potrebbe riuscirsi. Distribuzione efficace e puntuale dei vaccini.

L'obiettivo è quello di allargare il numero di personale che possa vaccinare ma anche i punti di somministrazione, spiega il governo. "La governance sarà accentrata".

Sugli effetti del vaccino AstraZeneca, il commissario è sicuro: "Ha lo 0,002 per cento di casi assoggettabili a patologie gravi".

"500mila somministrazioni al giorno" di vaccino Covid per arrivare a immunizzare almeno "l'80% della popolazione entro il mese di settembre". Triplicando così il numero giornaliero medio di vaccinazioni delle scorse settimane.

Sono circa 24 mila i cittadini che vivono nei 14 comuni dell'ambito sociale di Larino.

E' prevista, infatti, la consegna di 25 milioni di dosi e poiché ogni italiano sarà vaccinato con una sola dose "è come se ne arrivassero 50 milioni", ha spiegato. "Che si raddoppieranno entro le prossime tre settimane". Entro giugno, si spiega, arriveranno in Italia 52 milioni di dosi, mentre per l'autunno ne sono attese altre 84 milioni.

E ancora. Il piano vaccinale prevede "una riserva pari a circa l'1,5% delle dosi. Selettivi e puntiformi sulla base degli scostamenti dalla pianificazione". Figliuolo ha sottolineato che si interverrà anche secondo "il principio del punto di accumulo".

Il piano vaccinale prevede il massimo coinvolgimento dell'intero Sistema del Paese. Verrà dato impulso - prosegue il piano dei sogni -. all'accordo per impiegare medici di medicina generale (fino a 44mila), Odontoiatri (fino a 60mila). Si potrà far ricorso, tramite accordi, anche ai medici della Federazione Medico Sportiva Italiana. In caso di emergenza scenderanno in campo anche team mobili.

Strategico anche il controllo costante.

Il Generale risponde all'appello ed evidenzia di aver disposto la costituzione di un tavolo operativo permanente di coordinamento tra la sua struttura, le Regioni ed il Dipartimento della Protezione Civile "proprio - si legge - al fine di garantire un rapido ed univoco approccio alle diverse problematiche che interessano significativamente i predetti enti territoriali". Per verificare quotidianamente l'andamento delle attività sul terreno. "Con l'eventuale partecipazione di altri attori istituzionali e delle associazioni". Sul fronte delle prenotazioni, infine, il nuovo commissario promette il potenziamento della logistica. Verrà potenziata l'infologistica, con l'adozione in tempi brevi di soluzioni informatiche per l'ampliamento delle funzioni di prenotazione e somministrazione dei vaccini.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE