Covid, ufficiale: da lunedì la Lombardia torna in zona rossa

Paterniano Del Favero
Marzo 13, 2021

La conferma di ciò che era stato ampiamente anticipato arriva dal presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, che in un post riassume anche le principali regole della nuova classificazione. L'estensione della campagna vaccinale secondo le modalità del protocollo, costituirà dunque un ulteriore canale di somministrazione delle vaccinazioni anti Covid-19 senza superare le priorità individuate a livello nazionale ed i criteri previsti nel Piano Regionale Vaccini, che rimangono confermate e rispettate.

Dal 15 marzo infatti tutte le Regioni "gialle" passano all'arancio e passano automaticamente al "rosso" tutte le Regioni in cui l'incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti, "sulla base dei dati validati dell'ultimo monitoraggio disponibile, cioè del monitoraggio della settimana precedente". "Ce lo dicono i dati, pur contenuti dalle scelte prese la settimana scorsa che sono servite a rallentare il virus" ha detto nell'annunciare il passaggio. I cittadini avranno l'obbligo di restare presso il proprio domicilio anche durante le ore non riguardate dal coprifuoco (dalle 5 alle 22). Gli spostamenti saranno vincolati a motivi di lavoro e di salute, da documentare tramite autocertificazione. Dispiaciuto Attilio Fontana, il Presidente della Regione infatti dichiara: "La Lombardia purtroppo si prepara a diventare zona rossa".

Decade la deroga che consente a massimo due persone di andare a trovare parenti e amici una sola volta al giorno entro i limiti del coprifuoco.

Da lunedì alle chiusure delle scuole, dei ristoranti e dei bar si aggiungeranno quelle di tutti i negozi che non sono legati al commercio dei beni di prima necessità. Scuole chiuse, compresi gli asili e i nidi. Solo il vaccino potrà permetterci di contenere l'espansione del contagio e tornare di conseguenza ad una vita normale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE