Vaccino AstraZeneca, Australia: "Stop export? Capiamo ansia Italia"

Geronimo Vena
Marzo 5, 2021

Lo scrive il Financial Times, citando fonti interne al governo di Roma.

Il governo italiano guidato da Mario Draghi ha chiesto all'Unione Europea di bloccare l'export in Australia di circa 250.000 dosi di vaccino anti-Covid di AstraZeneca. La Commissione europea non ha obiettato alla decisione italiana.

Vaccino Covid

Nel corso dello scorso gennaio, quando è apparso chiaro che i tempi di consegna di alcuni vaccini non sarebbero stati rispettati, l'Unione europea ha imposto controlli sulle dosi prodotte all'interno del blocco. L'Australia ha già ricevuto 300.000 dosi AstraZeneca e la prima di esse dovrebbe essere somministrata oggi. Canberra minimizza l'impatto della decisione dell'Italia di bloccare l'esportazione. Il potere di controllo sulle esportazioni sarà in vigore per tutto marzo. "Del resto era stato proprio il premier Draghi, nell'ultimo vertice europeo, a chiedere controlli più severi sull'esportazione dei vaccini".

Una decisione, quella del governo italiano, che sembra ricalcare i dettami del più intransigente sovranismo. "Le evidenze cliniche derivate dall'utilizzo del vaccino AstraZeneca-Oxford in Scozia e Inghilterra su milioni di cittadini - commenta l'azienda in una nota - confermano che il vaccino è efficace nel prevenire in tutte le fasce di età, in particolare negli anziani, sia le ospedalizzazioni causate dall'infezione da COVID-19 che la malattia a tutti i livelli di gravità, integrando i risultati degli studi clinici registrativi". Altra mossa che ha imbarazzato non poco la sinistra che ha evitato di commentare e anche di amplificare la notizia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE