L'Ema ha avviato la valutazione dello Sputnik V - Salute & Benessere

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 5, 2021

"Va ricordato ancora una volta - aggiunge Razza - come le Regioni non abbiano stabilito che la Fase3 del Piano (insegnanti, forze dell'ordine, forze armate, penitenziari, servizi essenziali) anticipasse la Fase2 (fragili e over 70): ciò, invece, è stato determinato a livello nazionale dalla struttura commissariale che, a sua volta, ha dovuto recepire le indicazioni dell'Agenzia regolatrice del farmaco che ha autorizzato il vaccino di AstraZeneca solo sulla popolazione under 65, mentre - osserva ancora l'assessore - come è noto, nel resto del mondo non esiste questa limitazione". La decisione di avviare la revisione in tempo reale, prosegue Ema, si basa sui risultati di studi di laboratorio e studi clinici sugli adulti. Questi studi indicano che Sputnik V innesca la produzione di anticorpi e cellule immunitarie che prendono di mira il coronavirus SARS-CoV-2 e possono aiutare a proteggere contro COVID-19. - si legge nella nota diffusa -.

L'EMA valuterà ora i dati man mano che saranno disponibili per valutare l'efficacia, la sicurezza e la qualità del preparato, soppesandone i benefici e i possibili rischi. La revisione proseguirà fino a quando non saranno disponibili prove sufficienti per la domanda formale di autorizzazione all'immissione in commercio.

Kirill Dmitriev, amministratore delegato del Fondo russo per gli investimenti diretti, ha così commentato la notizia: "Accogliamo con favore l'inizio della procedura di revisione. Adesso più che mai è tempo di lavorare, non di polemizzare". "Dopo l'approvazione dell'EMA, saremmo in grado di fornire il vaccino a 50 milioni di europei a partire da giugno 2021".

Come funziona lo sputnik V?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE