Covid, il ministro Speranza ha deciso: la Calabria resta in zona gialla

Paterniano Del Favero
Marzo 5, 2021

Roma. Da fonti vicine al Governo, il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato le ordinanze con i nuovi colori per alcune regioni.

In zona arancione finisce il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, l'Abruzzo, le Marche, il Piemonte, l'Umbria, la Toscana e l'Alto Adige.

"Si potrebbe accantonare l'1-2 % da ciascuna consegna per la creazione di riserve da utilizzare con strategia reattiva nelle zone in cui il virus si propaga con maggiore forza e rapidità, anche a causa delle varianti", ha concluso Speranza. Il Lazio e la Liguria restano gialle. Lo comunica il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana. Ecco il quadro complessivo.

I negozi, i centri commerciali, i bar e i ristoranti sono chiusi in zona rossa, fatta eccezione per i punti vendita di beni di prima necessità, alimentari e farmacie in primis, tabacchi, edicole. La decisione è dovuta anche alle differenze che ci sono fra i vari territori della regione: per Bologna e Modena, le due zone maggiormente sotto pressione (e che anche nelle ultime 24 ore sono in testa alla classifica dei nuovi contagi) è già infatti stata istituita la zona rossa, mentre Rimini, Ravenna, Cesena e Reggio Emilia sono in 'arancione scuro'.

Con la zona rossa in Campania, le regole da rispettare cambiano rispetto a quelle che ormai conosciamo. Si potrà uscire solo per motivi di lavoro o necessità. Chiudono barbieri, parrucchieri, centri estetici e di servizi alle persone. Il tasso di incidenza è pari a 11,22%, ieri era 11,58%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE