Coronavirus, il bollettino del 2 marzo: 17.083 nuovi contagiati

Paterniano Del Favero
Marzo 3, 2021

Lo studio internazionale "Three-quarters attack rate of SARS-CoV-2 in the Brazilian Amazon during a largely unmitigated epidemic" pubblicato sull'autorevole rivista scientifica Science, coordinato da scienziati dell'Imperial College di Londra e della Facoltà di Medicina dell'Università di San Paolo, ha determinato che circa i tre quarti degli abitanti di Manaus è stato infettato dal coronavirus durante la prima fase della pandemia. Non è tutto. Gli scienziati hanno rilevato che gli anticorpi indotti dal vaccino cinese "Coronavac" hanno un'efficacia limitata contro la variante brasiliana. Un numero tale da poter persino garantire l'immunità di gregge nella comunità, come sostenuto dall'amministrazione locale. Al momento sono 2.463 i casi di variante registrati negli Usa secondo i dati del Cdc, la maggior parte di questi (2.400) sono persone contagiate dalla mutazione comparsa per la prima volta nel Regno Unito. Se invece l'infezione era dovuta ad altre varianti le probabilità di contagio erano del 26%.

La regione con il maggior numero di casi è l'Emilia-Romagna (2.597), seguita da Lombardia (2.135), e Campania (1.896).

Elusione degli anticorpi e maggiore trasmissibilità - La variante brasiliana non è caratterizzata solo dalla capacità di eludere gli anticorpi ma anche una maggiore trasmissibilità. "Queste varianti sono una minaccia molto reale per la popolazione e per i nostri progressi". Sono stati effettuati 170.633 tamponi e individuati 13.114 nuovi positivi al COVID-19.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE