L'Arabia Saudita 'respinge categoricamente' le valutazioni del rapporto Khashoggi degli Stati Uniti

Bruno Cirelli
Febbraio 28, 2021

Una crisi che lui stesso aveva aperto. "L'Arabia Saudita è un baluardo contro l'estremismo islamico ed è uno dei principali alleati dell'Occidente da decenni", ha scritto infatti Renzi nella sua consueta enews, dando la sua personale lettura dei fatti.

Intanto in Arabia Saudita, dopo il rilascio della valutazione, il tweet di maggiore tendenza è: "Siamo tutti Mohammed bin Salman".

La conclusione che il principe avesse approvato un'operazione per uccidere o catturare Khashoggi, un critico del suo consolidamento autoritario del potere, si basava su ciò che i funzionari dell'intelligence sanno sul suo ruolo nel processo decisionale all'interno del regno e sul coinvolgimento dei consiglieri, Saud al-Qahtani, e membri del suo corpo protettivo, secondo il rapporto dell'Ufficio del Direttore dell'intelligence nazionale.

"Renzi spiega il tuo rapporto con Mohammed Bin Salman". Nel comunicato rilasciato dal Ministero degli Esteri si può leggere che le accuse al Principe sono false e che non si permette a nessuno di interferire nella giustizia del paese arabo.

A chi gli chiede se svolga "attività stile conferenze o partecipazione ad advisory board o attività culturali o incarichi di docente presso università fuori dall'Italia", Renzi risponde che "sì" lo fa, che "sono previste dalla legge" e che riceve "un compenso sul quale pago le tasse in Italia". E tra le licenze revocate ce n'è anche una che fu autorizzata proprio dal Governo Renzi, per l'esportazione di circa 20.00 bombe prodotte dalla RWM Italia. Gli 007 della Casa Bianca non hanno specificato tuttavia se gli individui coinvolti fossero a conoscenza, in anticipo, che l'operazione si sarebbe conclusa con l' uccisione della vittima. Secondo Riccardo Ricciardi del M5S, l'immagine di Renzi a colloquio con Bin Salman durante la crisi di Governo "è sconcertante". Ha anche ordinato la fine del sostegno degli Stati Uniti alla campagna di bombardamenti a guida saudita in Yemen e ha detto che avrebbe fermato la vendita di armi offensive all'Arabia Saudita. "Noi stiamo aspettando spiegazioni, ancor più dopo questo documento Usa" dichiarano in una nota i componenti M5s della commissione Esteri alla Camera.

Su Twitter invoca spiegazioni anche Giuseppe Provenzano, ex ministro Pd.

"Alla luce del rapporto della Cia sulle responsabilità del principe saudita Bin Salman nell'omicidio Khashoggi, penso sia arrivato il momento che Renzi chiarisca fino in fondo la natura dei suoi rapporti con l'Arabia Saudita e con il principe ereditario".

" Mi auguro che possano dirlo tutti gli altri partiti, a cominciare da chi in passato ha stretto rapporti strategici con il Venezuela".

"È davvero un peccato che questo rapporto, con le sue conclusioni ingiustificate e inesatte, venga pubblicato quando il Regno ha chiaramente denunciato questo crimine atroce, ei leader del Regno hanno preso le misure necessarie per garantire che una simile tragedia non si ripeta. dichiarazione ha detto". L'amministrazione Usa avrebbe già identificato 76 persone che potrebbero essere sanzionate. "Soprattutto sulla questione del rispetto dei giornalisti", sottolinea Renzi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE