Agguato in Congo: morto l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un Carabiniere

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 26, 2021

Il diplomatico in Congo, Luca Attanasio, era atteso a cena nel ristorante "Il Rasentino", a Goma, gestito da due fratelli di Isola Vicentina, Francesco e Paolo Cariolato, rispettivamente di 31 e 30 anni. "Non sono in grado di parlare per il dolore".

Vittorio Iacovacci, il carabiniere morto in un attacco in Congo assieme all'ambasciatore Luca Attanasio e all'autista, era fidanzato e stava programmando le nozze per questa estate. Rocco Leone, vice direttore del Pam nel Paese, secondo quanto si apprende, è stato portato in ospedale per controlli subito dopo l'agguato ma non ha riportato alcuna ferita.

Vittorio Iacovacci
Vittorio Iacovacci

"Intanto - osserva Bertolini - l'ambasciatore non si muoveva da solo ma aveva accanto a lui un carabiniere per la sua protezione personale, come elemento di sicurezza e di dissuasione, purtroppo morti entrambi".

Lo riferisce il sito Actualite.cd citando una dichiarazione del gruppo ribelle, che peraltro aveva già negato di aver compiuto un attacco che gli viene comunemente ascritto, quello nell'aprile scorso in cui morirono 17 persone tra cui 12 rangers del parco nazionale Virunga. In molti, tra amici e parenti, si stanno stringendo in queste ore ai genitori, al fratello e alla fidanzata del carabiniere con un via vai silenzioso dalla loro abitazione a Sonnino (Latina). La Farnesina ha chiesto e ottenuto di effettuare in Italia l'esame autoptico disposto dalla procura di Roma che indaga per sequestro di persona con finalità di terrorismo. Evidentemente, il convoglio Onu si muoveva all'interno di un'area che era considerata tranquilla, al punto da non necessitare di un convoglio di scorta. Così il padre dell'ambasciatore Luca Attanasio, Salvatore, ricorda il figlio ucciso ieri in Congo parlando con l'ANSA nella sua casa di Limbiate, circondato da foto e ricordi, e aggiungendo di averlo sentito per l'ultima volta domenica.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE