Covid Lombardia, 2.540 nuovi casi su 42.508 tamponi. DIRETTA

Geronimo Vena
Febbraio 19, 2021

Nella zona arancione, si ricorda, sono vietati gli spostamenti fuori comune salvo che per comprovate esigenze e sono sospese tutte le attività di ristorazione (ma è sempre consentito l'asporto).

"Sono particolarmente grata a tutti i collaboratori dell'assessorato - commenta la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti - che con abnegazione si sono spesi anche questa settimana per monitorare puntualmente tutti i dati al fine del mantenimento della zona gialla utile a garantire la laboriosità del tessuto lombardo".

I territori che rischiano chiedono di restare in fascia gialla: l'Rt è vicino al valore 1, che segna il passaggio in area arancione, ma comunque al di sotto. Percentuale che potrebbe essere destinata a salire visto il maggiore grado di contagiosità di questo ceppo. Ciò che preoccupa è la presenza delle nuove varianti del Coronavirus che si sono rivelate più contagiose.

Lombardia, Lazio, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Marche e Emilia-Romagna sono le Regioni che viaggiano sul filo del rasoio e che aspettano di sapere se passeranno dal giallo all'arancione.

Se da un lato il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato una stretta anche per chi sia obbligato a viaggiare, c'è ancora da capire cosa succederà se le attuali mini zone rosse non dovessero funzionare.

Anche vice governatore del Friuli, Riccardo Riccardi, rivendica un Rt inferiore alla soglia limite: "A meno che non si cambi qualche parametro di definizione nella classificazione, non vedo perché noi, con questi numeri, dovremmo andare in una zona diversa da quella gialla".

"Ogni volta che cerchiamo di risalire succede qualcosa che ci spinge in basso": Temistocle Cioffi direttore della Rsa Pezzani di Voghera (Pavia) commenta così con la Provincia Pavese la positività al Covid di una operatrice che come altri 54 suoi colleghi della struttura non aveva dato l'adesione al vaccino.

Ora la questione che si pone, in vista del nuovo report Iss, riguarda l'eventuale passaggio della Lombardia in zona arancione. La situazione sarebbe in miglioramento con una riduzione dell'indice Rt a 0,95 a una diminuzione di focolai e posti in terapia intensiva, secondo quanto comunicato ieri dall'assessore regionale. Si andrebbero ad aggiungere ad Abruzzo, Basilicata, Liguria, Molise, Umbria e provincia di Trento.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE