Crisanti: "Siamo nei guai", Ricciardi: "Speranza d'accordo col lockdown"

Bruno Cirelli
Febbraio 16, 2021

Lo studio di sorveglianza epidemiologica, condotto da Istituto Zooprofilattico, Tigem e Cotugno, prende in esame la diffusione territoriale del contagio attraverso il campionamento dei casi positivi, e ha già verificato che la percentuale di incidenza della cosiddetta "variante inglese" in Campania, in media con quella nazionale, è attestata al 25%.

Allarme varianti in tutta Europa, altri Paesi Ue chiudono.

Sulla scia di Ricciardi Le parole di Crisanti arrivano dopo l'appello di Ricciardi, il consigliere scientifico del ministro della Salute, che ha chiesto un "lockdown totale per fermare il virus".

Andrea Crisanti comincia la sua intervista con il quotidiano torinese bocciando senza esitazioni la possibilità di riaprire al più presto gli impianti di sci. Al momento in Italia, spiega il professore, la variante inglese del coronavirus è stata riscontrata nel 20% dei nuovi contagiati.

Niente sci, zone gialle e neanche arancioni, per il virologo che ha collaborato con il Veneto di Zaia all'inizio dell'epidemia. Tuttavia, "è da tenere presente che anche per la proteina N stanno emergendo mutazioni che devono essere attentamente monitorate per valutare la possibile influenza sui test antigenici che la usino come bersaglio". "Dove si trovano le varianti brasiliana e sudafricana servono lockdown stile Codogno, non le zone rosse che sono troppo morbide", ha aggiunto.

Dal suo alto scranno Crisanti non manca poi di bacchettare gli italiani: "la Germania continua il lockdown, la Francia pure, l'Inghilterra anche, solo noi pensiamo a sciare e a mangiar fuori". Tutti vogliamo una vita normale, ma non si realizza se non si controlla la pandemia'.

"Il rischio attuale - dice ancora Crisanti - è la diffusione della variante inglese, che se non si ferma subito aumenterà di molto la circolazione del virus e di conseguenza il rischio ulteriore di altre varianti, tra cui alcune che potrebbero resistere ai vaccini". Però conta molto chi lo consiglia e lì forse qualcosa va cambiato. "Non può rimanere tutto com'è".

"Credo che il ragionamento di Ricciardi sulla richiesta di lockdown generale sia allineato con quello che abbiamo pubblicato prima del periodo natalizio - spiega Cartabellotta - La strategia che il governo ha assunto è quello della convivenza con il virus, varando misure per evitare la saturazione degli ospedali". 'Ne sono contento, ma non basta - risponde Crisanti - Mi riferisco ai tecnici del ministero e al Cts, che sono più ascoltati di lui.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE