Tutti i ministri hanno giurato,governo operativo - Primopiano

Geronimo Vena
Febbraio 14, 2021

"Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della Nazione": con la formula di rito Mario Draghi, seguito dai 23 ministri, ha giurato a mezzogiorno davanti al capo dello Stato Sergio Mattarella, prendendo ufficialmente la guida del nuovo Governo italiano e chiudendo una crisi politica durata un mese. "Prendo atto - sarebbero state le parole di Draghi - che abbiamo delle diverse sensibilità, avete diverse sensibilità" ma "dobbiamo lavorare insieme, pur provenendo da storie ed esperienze diverse, per affrontare questa fase difficile del Paese". E' evidente che quel nome e quella collocazione rispondono al dosaggio spartitorio che ha ispirato la composizione del governo. "Dispiace che non ci sia nessuna toscana o nessun toscano di tutte le forze politiche al Governo, ma ora non è certo tempo di fare polemiche perché quello che serve è andare avanti uniti e remare tutti dalla stessa parte".

Quindi, come nel suo stile improntato alla riservatezza, Draghi avrebbe invitato i suoi ministri alla sobrietà nella comunicazione. E al termine della riunione, i 23 neo ministri hanno lasciato la presidenza del Consiglio senza parlare a stampa e tv. Previsto per le 14 a Palazzo Chigi il primo Consiglio dei ministri.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE