Superiori, rientro tra le incertezze: gli studenti 'bocciano' trasporti e rete

Bruno Cirelli
Febbraio 4, 2021

Benevento - Il rientro in classe sarà solo una breve parentesi oppure una scelta definitiva fino alla fine dell'anno scolastico?

Da oggi è ripresa la frequenza scolastica nelle scuole d'istruzione superiore di secondo grado, dopo circa tre mesi di didattica a distanza.

L'Anp Puglia ha proposto alle scuole pugliesi un sondaggio per valutare il tasso di frequenza in presenza, stante l'attuale ordinanza regionale che ne vieta l'obbligo consentendo, invece, la cosiddetta "libera scelta" da parte delle famiglie della didattica a distanza. "Infatti, ci sono tante famiglie che al loro interno vivono particolari condizioni, penso ai casi di positività di un familiare che prevedono l'isolamento volontario o fiduciario, così come la presenza in casa di un parente con gravi patologie o immunodepresso, cioè un soggetto fragile che può essere contagiato involontariamente da uno lo studente che può involontariamente diventare vettore del virus".

E a tranquillizzare i ragazzi è il dirigente del liceo classico 'P. Giannone' e presidente provinciale dell'Associazione nazionale presidi, Luigi Mottola: "Qualche problema, soprattutto tecnico, era inevitabile considerato che è una esperienza nuova per tutti, ma stiamo cercando di risolvere tutto velocemente". Le superiori sono state le prime scuole a chiudere per il timore dei contagi da coronavirus.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE