Usa: spray al peperoncino contro bambina, sospesi gli agenti

Bruno Cirelli
Febbraio 2, 2021

Immobilizzata con la faccia sulla neve e ammanettata. Anche se Biden ha sfruttato il movimento Black Lives Matter per essere eletto. "Quanto accaduto è qualcosa che nessuno di noi dovrebbe voler giustificare", ha detto Warren, aggiungendo di aver visto "il viso del suo bambino" quando ha guardato la bambina di 9 anni.

Il vice capo della polizia Andre Anderson ha anche reso noto che la bambina soffre di una grave patologia psichica e, nelle fasi concitate riprese nel filmato, ha minacciato di uccidere la madre e di suicidarsi. Gli agenti volevano portarla in ospedale. Nel video si vedono poi gli agenti che spruzzano Spray al peperoncino sulla minore che fa resistenza passiva e rifiuta di salire sull'auto della polizia.

Nel video completo (che dura circa 17 minuti) si distinguono chiaramente gli istanti in cui gli agenti ammanettano la piccola, mentre quest'ultima cerca di dileguarsi. A un certo punto, un agente dice: "Ti comporti come una bambina" e la piccola risponde "Sono una bambina". La ragazza è stata trasportata in ospedale e rilasciata. Il motivo? Il giovane aveva affermato di avere l Covid ed aveva sputato contro uno degli agenti.

Un video che mostra agenti di polizia ammanettare e usare spray al peperoncino contro una bambina afroamericana di nove anni in preda ad una crisi psichiatrica sembra destinato a fare esplodere nuove polemiche negli Usa in merito alle violenze della polizia contro cittadini afroamericani.

"Quello che è successo venerdì è stato semplicemente orribile e ha giustamente indignato tutta la nostra comunità", ha commentato il sindaco di Rochester, Lovely Warren. Siamo a Rochester, stato di New York, già scenario di un altro fatto che diede vita a manifestazioni di protesta contro la polizia, in seguito alla morte di Daniel Prue, un ragazzo afroamericano con seri problemi mentali, morto asfissiato dopo che gli stessi poliziotti gli avevano coperto la testa con un cappuccio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE