Google Stadia chiude i team interni, cancella le esclusive e cambia organizzazione

Geronimo Vena
Febbraio 2, 2021

Sembra quindi andare tutto a gonfie vele e un nuovo post, pubblicato dal team di Google sul blog ufficiale nelle scorse ore, probabilmente spiazzerà tanti appassionati e addetti ai lavori: il colosso di Mountain View ha deciso di interrompere tutti gli investimenti nel team di sviluppo interno SG&E (Stadia Games and Entertainment) per la realizzazione di giochi esclusivi.

Google annuncia ufficialmente la chiusura dei suoi studi di sviluppo e si prepara ad un importante cambio di rotta che porterà a un miglioramento del servizio. C'è chi, come Jade Raymond, ha deciso prontamente di abbandonare la nave: la responsabile dello sviluppo di esclusive per la piattaforma di cloud gaming di Google, tra le menti dietro all'originale Assassin's Creed insieme a Patrice Désilets, ha infatti confermato la volontà di inseguire nuove opportunità professionali e lasciare di conseguenza l'azienda. La chiusura degli studi coinvolge circa 150 dipendenti, ma l'azienda sta già considerando l'idea di assegnarli a nuovi ruoli.

Dunque, cosa cambierà da oggi per gli utenti Stadia?

Harrison sostiene che, nonostante Stadia abbia dimostrato ampiamente di funzionare a dovere e di poter rispettare le promesse di avviare giochi come Cyberpunk 2077 su ogni tipologia di dispositivo esistente in un singolo clic, il futuro della piattaforma in streaming sarà necessariamente diverso rispetto a quanto immaginato in precedenza.

Sempre secondo il colosso informatico, la piattaforma Google Stadia continuerà ad offrire i suoi servizi di streaming grazie ai contratti con software house e publisher esterni. Google offrirà comunque la possibilità di sfruttare la tecnologia a sviluppatori e publisher third party anche per eventuali accordi di esclusiva o partnership.

A dire del team di Google Stadia, questa è la soluzione ideale per trasformare la piattaforma in un business sostenibile nel lungo termine, aiutando allo stesso tempo il settore dei videogame a crescere.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE