Francesca Fioretti rompe il silenzio sulla morte di Astori: "Ora la verità"

Rufina Vignone
Febbraio 2, 2021

E' una delle conclusioni a cui è giunta la perizia dei due "superconsulenti" del tribunale del capoluogo toscano, il professor Fiorenzo Gaita, luminare di cardiologia che ha operato anche il cuore di un altro big del calcio, Khedira, e del medico legale Gian Luca Bruno.

Francesca Fioretti però chiede giustizia.

Il processo è ancora in corso e la Fioretti ha voluto mettere i punti sulle 'i', pubblicando un post su Instagram dove ha spiegato che per lei è inconcepibile che sia stata divulgata sulla stampa un'interpretazione parziale e provvisoria di una perizia che non è ancora stata vagliata dal giudice. È ancora così, ho ancora fiducia che accada. Il processo in corso serve ad arrivare a una verità, che non sarà consolatoria in ogni caso: l'idea che la morte di Davide potesse essere evitata aumenta persino il dolore.

Morte Davide Astori
Davide Astori

La morte del calciatore della Fiorentina Davide Astori non poteva essere evitata.

In conclusione la compagna del giocatore e madre della loro figlia Vittoria ha scritto: "Nutrivo molti dubbi sull'essere presente di persona alla prossima udienza, ora sento di dover essere lì, a dimostrare simbolicamente, con forza e senza rancore, che è solo in quell'aula che la verità potrà essere accertata, accettata e condivisa".

"Le anomalie emerse durante la prova da sforzo potevano essere approfondite con l'holter cardiaco ma, anche in quel caso, la patologia che affliggeva Davide Astori, difensore della Fiorentina, sarebbe stata difficilmente intercettabile". L'esito delle perizie verrà comunque discusso il 4 febbraio. Ad ogni modo per il processo si tratta di una svolta decisiva dal momento che i risultati scagionano l'unico imputato, per omicidio colposo, Giorgio Galanti, ex direttore della medicina sportiva di Carreggi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE