Ford e Google reinventano l'esperienza dei veicoli connessi Agenzia di stampa Italpress

Geronimo Vena
Febbraio 2, 2021

L'accordo parte dal 2023 per la parte più visibile agli utenti.

Al lavoro uno staff dedicato, chiamato Team Upshift, che ha come obiettivo dare ai clienti Ford esperienze personalizzate e opportunità nuove, basate sull'analisi dei dati. Ford ha, inoltre, nominato Google Cloud come il suo fornitore preferito di servizi cloud per sfruttare l'esperienza di Google a livello mondiale nella gestione di dati, intelligenza artificiale (AI) e machine learning (ML). Si tratta delle future auto Ford connesse, dei sistemi e dei software in uso, delle App disponibili sui touchscreen. Questa partnership che rappresenta "una fucina di innovazione in grado di offrire un'esperienza superiore ai nostri clienti e modernizzare la nostra attività", dice Jim Farley, Presidente e CEO Ford. "Siamo orgogliosi di poter collaborare insieme, utilizzando il meglio dell'Intelligenza artificiale, dell'analisi dei dati e delle piattaforme cloud di Google per aiutare a trasformare il business di Ford e creare tecnologie che garantiscano alle persone di muoversi sicure e, allo stesso tempo, connesse". E toccherà pure le corde dello sviluppo del prodotto, della produzione e della gestione dei fornitori.

"Dal primo esempio di catena di montaggio alla più recente tecnologia di assistenza alla guida, Ford ha segnato il passo dell'innovazione nell'industria automobilistica per quasi 120 anni", ha affermato Sundar Pichai, ceo di Google e Alphabet. Tutte le app predefinite tra cui Google Maps, Google Play per i media e Google Assistant sono evidenziate qui e vengono promessi aggiornamenti over-the-air nel corso del tempo.

Nelle intenzioni, la presenza di Android all'interno del veicolo permetterà a Ford e a sviluppatori esterni di creare app che continuino a migliorare l'esperienza di possesso dell'automobilista, rendendola sempre più personalizzata.

Oggi le vetture Ford supportano Android Auto mediante la connessione del cavo USB al sistema di infotainment; presto, grazie a Sync 4, arriverà la possibilità di attivare la modalità wireless: Android Auto Wireless, cos'è e come funziona. Un accordo che durerà 5 anni, e che vedrà tutti i veicoli del colosso dell'automotive americano montare il sistema Android, indipendentemente dalla fascia di prezzo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE