Manette e spray al peperoncino contro una bimba di nove anni

Bruno Cirelli
Febbraio 1, 2021

Una bambina di 9 anni è stata fermata dalla Polizia in seguito ad una crisi psichiatrica che l'aveva portata a minacciare la madre di morte oltre che minacciare di togliersi la vita. "Il modo in cui il nostro dipartimento di polizia si è comportato con questa bambina mi preoccupa molto - ha aggiunto - da questo video è chiaro che dobbiamo fare di più per sostenere i nostri bambini e le nostre famiglie".

Gli agenti hanno detto di essere stati "obbligati" a usare questi sistemi per garantire la sicurezza stessa della bambina. "Quanto accaduto è qualcosa che nessuno di noi dovrebbe voler giustificare", ha detto Warren, aggiungendo di aver visto "il viso del suo bambino" quando ha guardato la bambina di 9 anni. Nel video si vedono poi gli agenti che spruzzano Spray al peperoncino sulla minore che fa resistenza passiva e rifiuta di salire sull'auto della polizia.

E poi il collega che le dice: "a questo punto spruzza lo spray urticante" e dopo la bambina che piange per il bruciore: "per favore pulitemi gli occhi".

In realtà l'arresto violento della bambina afroamericana arriva pochi mesi dopo che il dipartimento di polizia della cittadina è stato investito dalle accuse per la morte di Daniel Prude, un afroamericano con problemi mentali morto soffocato lo scorso settembre dopo che gli agenti lo avevano bloccato e gli avevano coperto il volto con un cappuccio durante l'arresto.

Due filmati delle telecamere della polizia, rilasciati domenica dal dipartimento di polizia, mostrano gli agenti che trattengono la bambina, la mettono in manette e tentano di farla entrare nel retro di una volante tra la neve mentre si sente la piccola piangere ripetutamente e chiamare suo padre.

La sindaca afroamericana di Rochester, Lovely Warren, ha condannato l'uso della forza contro una bambina, preannunciando un'inchiesta interna.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE