La Sicilia tornerà in zona arancione da domenica

Paterniano Del Favero
Febbraio 1, 2021

Un dato molto positivo, fornito dallo stesso assessore al Welfare Letizia Moratti, che inquadra la conclusione di questa prima fase di somministrazioni al prossimo 5 marzo, salvo ulteriori intoppi causati dal ritardo nella consegna dei vaccini.

Per quanto riguarda iò mondo della scuola dal 1 febbraio sarà riattivata la didattica in presenza al 100 per cento anche per gli alunni di seconda e terza media che fino allo scadere della zona rossa hanno operato in Dad.

Il Ministro della Salute Roberto Speranza sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, ha firmato l'ordinanza che entrerà in vigore da lunedì 1 febbraio.

Adesso è ufficiale: la Sicilia torna zona arancione. E' una questione di buon senso e correttezza nell'osservanza delle regole che, prima della distribuzione, il governo nazionale ha indicato. I dati devono essere favorevoli per due monitoraggi consecutivi.

Lazio, Piemonte, Val d'Aosta, Liguria, Marche, Friuli e Abruzzo sono arancioni dal 15 gennaio.

Analoga situazione per la Lombardia, arancione da venerdì scorso ma riclassificata di quel colore anche per la settimana precedente.

Nelle due infografiche che seguono, ci sono i vaccini forniti finora divisi tra l'ente di appartenenza del soggetto vaccinato e per genere di impiego. Così il presidente della Regione, Nello Musumeci a Caltanissetta ospite alla cerimonia per l'inaugurazione del nuovo anno giudiziario.

I soggetti che, per le ragioni consentite, fanno ingresso nel territorio della Regione sono tenuti a registrarsi sulla piattaforma ww.siciliacoronavirus.it nella sezione appositamente dedicata. Il numero dei nuovi positivi presenta infatti un importante incremento. Rispetto alle misure previste dal Dpcm del 14 gennaio, il governatore Nello Musumeci, con propria ordinanza, ne ha introdotte di aggiuntive.

Il tasso di positività, con l'inserimento dei tamponi antigenici, è sceso dal 12% al 5%; ieri addirittura al 3,4%.

Non sono mancate le contestazioni.

L'ANDAMENTO DEL CONTAGIO "Tutte le curve - afferma poi Cartabellotta - continuano questa settimana la loro lenta discesa, ancora grazie agli effetti del Decreto Natale, destinati tuttavia ad esaurirsi a breve".

Intanto l'isola si mantiene al sesto posto per numero di contagi: nell'ultimo bollettino 716 i nuovi positivi su 32.850 tamponi processati, con una incidenza del 2,1%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE