Donald Trump e l'impeachment, Joe Biden avanti veloce: "Il processo va fatto"

Bruno Cirelli
Gennaio 27, 2021

Terreno del duro attacco nei confronti del nuovo inquilino della Casa Bianca, il delicato tema dell'aborto. "Non posso sostenere un politico abortista perché costruisce case popolari". Ma il teologo tedesco (della Congregazione per la dottrina della fede) non è convinto.

Sempre la scorsa settimana, infine, Biden aveva firmato altri due decreti esecutivi: uno impone l'obbligo di utilizzare la mascherina su tutti i luoghi di proprietà federale e a bordo di aerei, treni, navi e autobus; il secondo abolisce il "muslim travel ban", che dal 2017 impediva l'emissione del visto e quindi l'ingresso negli Usa per le persone provenienti da Siria, Iraq, Iran, Sudan, Somalia, Yemen e Libia. Ora gli Stati Uniti, con il loro potere politico, mediatico ed economico concentrato, sono in prima linea nella campagna più sottilmente brutale.

Parole durissime che non lasciano spazio a dubbi. Muller parla di campagne subdole e brutali. "Sminuiscono le vite di milioni di bambini che ora cadranno vittime della campagna abortiva organizzata a livello mondiale sotto l'eufemismo di "diritti alla salute riproduttiva". "Il Senato è cambiato da quando c'ero io ma non molto", ha affermato. "Perché con la sconfitta di Trump è stato scongiurato il pericolo molto più grande che questo pazzo avrebbe premuto il pulsante nucleare".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE