Can Yaman si spoglia da Maria De Filippi: boato del pubblico

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 25, 2021

"Riusciamo a contenerci?!" così Maria De Filippi calma il pubblico sovraeccitato di "C'è Posta per Te", il people show di Canale 5, alla vista di Can Yaman, l'attore turco di "DayDreamer" nonché (molto) presunto fidanzato di Diletta Leotta. Le dimostrano le foto di coppia pubblicate sui social, Facebook e Instagram in particolare. L'attore turco apre la terza puntata del programma di Maria De Filippi: dopo un interminabile applauso, con tanto di coro "sei bellissimo", la padrona di casa presenta la storia di Akirobita, una ragazza di Rossano, in provincia di Cosenza, che due anni fa ha perso la madre per una malattia. Florinda lo aveva già perdonato dopo avere scoperto un tradimento ma aveva deciso di lasciarlo definitivamente dopo avere scoperto alcune conversazioni dell'uomo con una collega.

Il momento in cui Maria De Filippi apre il cassetto dei ricordi è quello in cui la conduttrice cerca di far riappacificare Teresa e i figli Vincenzo e Veronica con Chiara, la terza figlia di Teresa e sorella di Vincenzo e Veronica. "Ci pensavo in questi giorni a una vita senza di lui".

Ma Sarina a Francavilla di Sicilia, Sarina, personaggio lo è sempre stato, da animatrice della Chiesa al negozio di tabacchi del Papà fino a sabato quando la sua fama e la sua spontaneità ha varcato i confini dell'Isola.

Inoltre, Lisa ha spiegato di aver ricevuto da Graziella un'educazione troppo dura e così ha dovuto affrontare attacchi di panico ripetuti proprio per questo motivo, ma lei e Salvatore hanno smentito ripetutamente questa pratica. Non avevo mai provato un dolore così grande. So che si sono visti il 21 giugno, ho saputo da fonti certe che era con lei. Sembrava che da parte di lei ci fosse un piccolo sentimento. Dal pubblico si leva un disperato: "Dallo anche a me!". "Diceva di avere capito e poi ha iniziato con un'altra", lo aveva accusato, prima di decidere di aprire la busta.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE