TikTok bloccato. Il Garante: "Non verifica l’età degli utenti"

Geronimo Vena
Gennaio 23, 2021

"Conclusa la complessa procedura di espianto degli organi destinati a salvare altre vite mi sento, da un lato, in dovere di ringraziare le equipe chirurgiche intervenute alle operazioni di prelievo coordinate dal CRT Sicilia e dall'anestesista del P.O. Di Cristina Gaetano Ottoveggio e, dall'altro, di pensare quel letto di terapia intensiva in cui ho per l'ultima volta ho visto ieri sera la piccola Antonella sia divenuto un letto di vita", ha detto Requirez. In realtà in passato è già successo che i moderatori di TikTok provvedessero ad eliminare dai server tutti i video collegati a sfide pericolose - anche quando ormai il fenomeno aveva avuto conseguenze sugli utenti - e un'operazione di pulizia del genere spiegherebbe come mai su TikTok non si trovino contenuti simili a quelli che dalle ricostruzioni sembrano aver ispirato la piccola.

Il pericoloso "gioco" diffuso nella celebre piattaforma social, denominato Hanging Challange o Blackout Challange, prevede una prova di resistenza che consiste nello nello stringersi una cintura attorno al collo e resistere il più possibile. I suoi genitori hanno dato il consenso per la donazione degli organi.

Oggi uno striscione è stato appeso al balcone dell'istituto comprensivo statale Perez Calcutta, in via Maqueda, la scuola frequentata dalla bambina. Intanto si indaga a carico di ignoti per istigazione al suicidio. Sul rapporto fragile ma potente che sempre più giovani e adulti costruiscono.

Una tragedia come quella che si è consumata nella Kalsa, cuore del centro storico palermitano, ci conduce probabilmente verso alcuni quesiti.

In queste ore sta sconvolgendo tutto il Paese la vicenda della piccola Antonella, la bambina di 10 anni scomparsa a Palermo dopo un ricovero d'urgenza e la morte per le conseguenze di un soffocamento autoinflitto. "E questo rende tutto ancora più triste", conclude. Saranno trapiantati il fegato, che è stato splittato (diviso a metà e destinato a due bambini), i reni e il pancreas che sarà trapiantato in combinato con una parte di fegato. Antonella, quindi, salverà la vita ad altri tre bambini. La procura ha aperto un'inchiesta fascicolo, un atto dovuto per poter ricostruire esattamente come la ragazzina sia arrivata a stringersi una cintura alla gola per diversi minuti provocandosi un'asfissia prolungata che l'ha mandata in arresto cardiaco. "Siamo molto provati - afferma Tania Lazzaro, direttore della rianimazione pediatrica dell'Ospedale dei Bambini - perché in pochi giorni abbiamo vissuto due tragedie".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE