L’esultanza liberatoria della Juventus in Supercoppa racconta quanto fosse delicato il momento

Rufina Vignone
Gennaio 22, 2021

I bianconeri battono il Napoli e vincono per la nona volta la competizione: nessuno come loro. Gol decisivi nella ripresa: riscattata la sconfitta contro l'Inter. E pensare che fino a poche ore prima del fischio d'inizio del match del Mapei Stadium, la presenza del colombiano non era affatto scontata. Le sue proiezioni in avanti hanno fatto sì che Insigne sistematicamente fosse costretto a rinculare per tenere a bada le scorribande del pupillo di Antonio Conte, deliziando i suoi tifosi con alcune giocate fantasmagoriche.

Il primo trofeo da allenatore di Andrea Pirlo sembra aver riportato il sereno intorno e all'interno dell'ambiente della Vecchia Signora ma questo si vedrà già al prossimo passo falso, nel caso dovesse arrivare a breve.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE