Pfizer riduce ancora le dosi del vaccino, Italia pronta all’azione legale

Bruno Cirelli
Gennaio 21, 2021

Il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, ha già annunciato "azioni legali concordate" nei confronti della casa farmaceutica Pfizer. Nelle ultime ore sono state vaccinate 400 persone.

Da lunedì 25 gennaio sono attese 5.850 dosi, ma tutto è avvolto nell'incertezza e non si possono escludere ulteriori riduzioni. E' il motivo per cui sono state sospese le nuove prenotazioni da parte del personale sanitario.

A distanza di quasi un mese dall'arrivo delle prime dosi di vaccino, il piano vaccinale orchestrato dal commissario straordinario Domenico Arcuri rischia già di saltare. "Pretendiamo chiarezza e rispetto per il nostro Paese sugli accordi europei presi", ha sottolineato Boccia, chiedendo alle Regioni "un accordo di solidarietà per garantire i richiami a tutti".

L'esigenza viene dopo che alcuni studi hanno dimostrato che i vaccini attuali potrebbero avere un'efficacia ridotta soprattutto contro il ceppo sudafricano, che sarebbe in grado di sfuggire agli anticorpi monoclonali studiati contro il virus, anche se non è stato testato direttamente sul vaccino.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE