In Cina torna l'incubo Covid: "La situazione è complicata"

Bruno Cirelli
Gennaio 14, 2021

Nuovo RECORD di casi in CINA, torna la PAURA E' passato un anno dalla notizia del primo morto di COVID-19 avvenuto a Wuhan, in Cina. Le autorità sanitarie parlano di un totale di 4.465 casi 'importati'.

Erano ben otto mesi che la Cina non aggiornava il conto dei decessi collegati al Covid-19. E intanto in tutto il Paese il numero dei casi è in risalita: 138 i nuovi positivi registrati. Un dato che tocca i massimi livelli da marzo 2020. In alcune zone sono state riportate anche infezioni trasmesse a livello comunitario e intergenerazionale. Nella giornata di ieri il Governo locale ha dovuto confermare un'altra vittima della pandemia.

Proprio Donald Trump in numerose occasioni si è riferito al Covid-19 definendolo "il virus cinese", invocando un'inchiesta internazionale sull'operato di Pechino all'inizio della pandemia e sostenendo che le autorità cinesi abbiano volutamente sminuito la gravità della pandemia. Lì dove tutto è cominciato. All'arrivo, riporta l'agenzia Dpa, gli esperti sono stati sottoposti al test per il coronavirus e dovranno rispettare una quarantena di due settimane.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE