Donald Trump, YouTube sospende il suo canale: la causa

Bruno Cirelli
Gennaio 14, 2021

E' stato un presidente tendenzialmente fuorilegge, che si poneva al di sopra e contro la Costituzione, e ha realizzato questa sua essenza demagogica, non parlerei di progetto, distruggendo il Partito repubblicano, il partito di Lincoln, rendendolo un'appendice schiava del suo cosiddetto movimento autoritario e fascio-populista, razzista, suprematista. La mossa impedirà al canale legato all'inquilino della Casa Bianca di pubblicare contenuti fino all'insediamento del suo successore, il presidente eletto Joe Biden, e non ha mancato di dividere elettori e commentatori da tutto il mondo tra chi sostiene l'iniziativa (magari considerandola tardiva) e chi la considera un atto di censura.

Arriva da Snapchat la conferma del ban, questa volta permanente per il presidente uscente Donald Trump. YouTube ha deciso di sospenderlo per un minimo di sette giorni a causa di un video che incitava alla violenza. Dopo l'assalto al congresso. Facebook e Instagram, sulla stessa scia, devono invece decidere se ripristinargli gli account al termine del mandato.

Con 232 voti favorevoli e 197 contrari la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti si è espressa favorevole alla messa in stato d'accusa del presidente Trump per "incitamento all'insurrezione" dopo l'assalto del 6 gennaio a Capitol Hill da parte dei suoi sostenitori. Nonostante Trump abbia condannato la violenza della rivolta al Campidoglio affermando che "Nessun mio vero sostenitore appoggerebbe la violenza politica", al momento è finito sotto impeachement per la seconda volta rischiando così di veder sfumare ogni possibilità di ottenere una carica pubblica in futuro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE