Covid Cina, 103 nuovi casi: 'picco' da luglio

Bruno Cirelli
Gennaio 14, 2021

Durante l'ultima ondata, ha aggiunto Mi, si registra un maggior numero di casi di contagio nelle campagne e tra gli anziani.

Oggi, a un anno di distanza, torna l'incubo in Cina.

Uno degli esperti che si recheranno a Wuhan, Fabian Leendertz, professore di epidemiologia dei microrganismi altamente patogeni al Robert Koch Institute, ha sottolineato al Guardian l'importanza di andare sul posto: "Penso che la filosofia dell'OMS sia buona: iniziare dal punto che ha la descrizione più solida dei casi umani, anche se non sappiamo se il mercato di Wuhan sia stato il punto in cui si è diffuso per la prima volta negli esseri umani o semplicemente il primo mega evento di diffusione". Cifre che fanno tornare di nuovo la paura e che al resto del mondo imprigionato da numeri di contagiati a 6 zeri, potrebbero sembrare irrisorie. La permanenza in Cina della squadra dell'Oms, scrive il South China Morning Post, dovrebbe durare sei settimane, incluso il periodo di quarantena a cui saranno sottoposti i membri del team, di cui fanno parte scienziati provenienti da Stati Uniti, Giappone, Russia, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Danimarca, Australia, Vietnam, Germania e Qatar.

Lo stesso direttore generale dell'OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus - fino a qualche giorno fa molto critico con il governo cinese, a suo modo di dire "ben poco collaborativo, ha chiarito lo spirito della missione a Wuhan: "Si tratta di trovare l'origine del Coronavirus, non di incolpare la Cina". Due esperti sono risultati positivi e per questo non sono potuti entrare nel Paese. Tuttavia, ha sosttolineato, "è importante cominciare da Wuhan, dove abbiamo appreso per la prima volta della situazione".

Le autorità sanitarie precisano che 107 dei nuovi casi sono a trasmissione locale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE