L'Inferno di Dante dipinto sui violini dell'artista italiano Leonardo Frigo

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 12, 2021

Nel panorama artistico, continuano le innumerevoli celebrazioni proposte per il XII centenario della morte di Dante, che con la sua Commedìa o più conosciuta Divina Commedia scritta in lingua volgare fiorentina, ha lasciato al mondo un'opera dal valore inestimabile, considerata il capolavoro più importante di tutta la letteratura medievale che, ancora tutt'oggi, attrae e appassiona molti studiosi. L'artigiano si chiama Leonardo Frigo, ha 26 anni ed è originario di Asiago, in provincia di Vicenza. Un'opera certosina che ha richiesto uno studio e un impegno durati 5 anni. L'artista ha presentato gli strumenti musicali in anteprima al museo Royal Institution of Great Britain (dove a marzo 2019 sono stati esposti 10 violini e il violoncello), ad Harrods e all'evento Bond Street Awards a Londra (entrambi a dicembre 2019). "L'Inferno di Dante mi ha sempre ispirato fin da bambino, probabilmente posso dire che mi ha insegnato ad immaginare e sognare" spiega l'artista che vive a Londra e nel passato ha realizzato anche una serie di violini dedicata a Pompei, ad Antonio Vivaldi e ai sette vizi capitali. 'L'Inferno di... - FinestreArte: L'artista Leonardo Frigo ha illustrato i canti dell'Inferno della Divina Commedia su trentaquattro violini.

Sulla superficie, i violini recano simboli, scene e personaggi chiave tratti dall'immaginario del poema scelti da Frigo, dopo un accurato lavoro di ricerca. Di solito comincio leggendo e poi trasferisco tutto sui violini. Inoltre ciascun violino è accompagnato da un testo descrittivo, in italiano e in inglese, che pone in luce e sottolinea tutti i dettagli illustrati. La realizzazione di ogni violino può richiedere tra le 150 e le 200 ore di lavoro. Avvicinare le nuove generazioni alle opere dei grandi poeti e dare la possibilità a chi già ne ha conoscenza di aumentarne la passione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE