L’asteroide 2009 JF1 allarma la Terra: le probabilità di impatto sul pianeta

Geronimo Vena
Gennaio 9, 2021

Near Earth Object (Neo) si riferisce agli "oggetti vicini alla Terra", categoria che comprende corpi celesti (asteroidi, meteoroidi e comete) con un perielio (la distanza minima dal Sole) pari a 1,3 Unità Astronomiche, corrispondenti a poco meno di 200 milioni di chilometri. L'asteroide in probabile rotta di collisione con la Terra è il 2009 JF1, dal diametro di circa 13 metri, un enorme masso spaziale.

La NASA, tramite i suoi studi, ha individuato anche una possibile data d'impatto: il 6 maggio 2022.

Sul meteorite in questione regna quindi ancora molta incertezza negli ambienti scientifici e ciò non fa altro che accrescere le preoccupazioni per il futuro della Terra. Di conseguenza al 0.026% l'asteroide cadrà sulla Terra, ma al 99.974% la mancherà. Lo spiega Ettore Perozzi, esperto di rischio asteroidale dell'Agenzia spaziale italiana (Asi), smentendo così alcune notizie allarmistiche circolate in queste ore sul web. L'agenzia spaziale europea (Esa) sta però, nel frattempo, cercando di smorzare la crescente tensione intorno ai pericoli rappresentati da 2009 JF1, rimarcando che c'è una possibilità su 3800 che un meteorite colpisca il nostro pianeta. L'effetto dell'impatto potrebbe essere analogo a quello di un'esplosione causata dall'equivalente di 230 chilogrammi di dinamite.

Tra i principali ultimi obiettivi delle varie agenzie spaziali del mondo ha acquisito grande risalto la pianificazione di missioni dirette proprio ad attaccare gli asteroidi che costituiscono una minaccia per la Terra.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE