Usa: Trump in Georgia, elezioni truccate, non abbiamo perso

Bruno Cirelli
Gennaio 8, 2021

Quello che è successo in questi due mesi in America ha dell'incredibile, un sistema elettorale obsoleto, assolutamente ridicolo, non è una novità è successo anche in passato con Nixon e Bush al di la di quello che ognuno di noi crede di queste elezioni americane. L'audio del colloquio è stato diffuso dal Washington Post. Successivamente l'Associated Press ha ottenuto una registrazione della chiamata da qualcuno che era in chiamata. Ad un certo punto il presidente gli confida: "Tutto quello che voglio fare è questo". La Georgia ha certificato i risultati elettorali che hanno mostrato che Biden ha vinto. Anche gli esperti legali contattati dal New York Times concordano che Trump potrebbe aver violato le leggi che proibiscono interferenze nelle elezioni statali e federali, ma pensano che sia difficile incriminarlo. Il riferimento è alla sfida tra Samuel Tilden e Rutherford Hayes: in questa occasione, ci furono importanti accuse di frodi elettorali in vari stati. E per perseguire Trump in un processo un pubblico ministero dovrebbe riuscire a dimostrare che egli sapeva di mentire quando asseriva con convinzione che aveva vinto le elezioni in Georgia. Questo l'attacco frontale portato da Donald Trump in Georgia, nell'ultimo comizio prima del voto per i ballottaggi.

Anche secondo lo stesso Joe Biden la vittoria dei democratici al Senato, "metterà fine al blocco di Washington sui 2.000 dollari in assegni di stimolo", una richiesta lanciata da Trump, ma osteggiata dai senatori repubblicani. La Georgia ha contato i suoi voti tre volte prima di certificare la vittoria del candidato democratico con un margine di 11'779 preferenze. Allontana alcuni repubblicani dalle urne. "Tutto il mondo vi guarda", dice Trump ai suoi sostenitori. "Signor presidente, i dati che lei ha sono sbagliati", gli ha risposto Raffensperger. "Combatteremo come non mai", ha promesso il presidente.

Clamorosamente negativi i sondaggi per Ximena Peña, la candidata appoggiata dal presidente uscente Moreno, che prenderebbe solo l'1,2% dei voti. Se non agiamo subito non ci saranno più elezioni giuste. La misura potrà essere comunque abrogata da Biden dopo il suo insediamento.

"Respingere la certificazione di un'elezione presidenziale e' una presa in giro del nostro sistema e di chi siamo come americani", ha spiegato il governatore repubblicano del Maryland, Larry Logan.

"La gente della Georgia è arrabbiata, la gente del Paese è arrabbiata", ha detto Trump, "e non c'è nulla di sbagliato nel dire, sai, beh, che avete fatto un ricalcolo". "Sono una vergogna per il grande popolo della Georgia!". Solleciterà un procedimento contro Donald Trump? "Incoraggio i miei colleghi a protestare".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE