Pochi casi, ma con pochi tamponi. Arcuri: Immunità di gregge in autunno

Barsaba Taglieri
Dicembre 29, 2020

Una risposta vera ancora non c'è. Anche se il percorso è lungo, la vaccinazione servirà a formare un'immunità di gregge che proteggerà tutti": "Il Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera Moscati, Renato Pizzuti approfitta degli organi di stampa per lanciare un accorato appello alla popolazione irpina. Si chiama Claudia Alivernini la prima infermiera che sarà vaccinata all'Istituto Nazionale di Malattie Infettiva Lazzaro Spallanzani, in occasione del Vax Day. "Dobbiamo metterci in testa che dipende da noi come e quando superare questo brutto momento, e che non siamo solo il Paese dei diritti, siamo anche il Paese dei doveri". Poi dovremmo salire al doppio, 57 milioni di dosi, tra aprile e giugno per poi stabilizzarci a 53 milioni tra luglio e settembre. Da settembre si inizierebbe a scendere, sempre però arrivando a 20 milioni nel secondo trimestre del 2022. Stiamo parlando di circa 2 milioni di persone. Nel mondo 4 milioni di persone hanno già ricevuto il vaccino, con i contagi totali registrati dall'inizio della pandemia che hanno superato quota 80 milioni, con un numero di decessi elevatissimo: oltre 1,75 milioni. In realtà lo stesso Fauci in diverse occasioni ha fatto riferimento anche all'80%, stime che si avvicinano agli obiettivi dell'Italia, ma di questo parleremo più avanti. Si partirà dagli operatori sanitari e dalle fasce più fragili per poi estendere a tutta la popolazione la possibilità di conseguire l'immunità. Il piano vaccinale cita espressamente le categorie appartenenti ai " servizi essenziali come gli insegnanti, le forze dell'ordine e il personale delle carceri". Teoricamente tutto sembrerebbe lineare ma, come detto prima, ci possono essere intoppi. Intanto non si sa ancora quanto durerà l'immunità data dai vaccini, come ben spiegato nelle Faq sul sito dell'Aifa. Il tutto a meno di amari intoppi: sotto il 70% di adesione a rischio l'immunità di gregge. Un grande elemento di competitività che necessità di due sfide: "distribuzione efficace e veloce da parte del governo e far sì che gli italiani si vaccinino per sconfiggere il virus e ripartire". Ci si arriverà? Il vaccino è gratuito ma non obbligatorio.

Ha 29 anni è romana e lavora presso il reparto malattie infettive dello Spallanzani, ma in questi mesi di emergernza Covid ha anche curato presso il loro domicilio molti anziani.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE