Sale a 5 il bilancio delle vittime a Treviri

Bruno Cirelli
Dicembre 3, 2020

Tra le vittime anche un bambino, dice la presidente della Renania-Palatinato, Malu Dreyer. Oltre ai 15 feriti, si contano numerose persone con trauma psicologico. "C'è una scarpa da ginnastica lì... la ragazzina che la indossava è morta". Nella zona pedonale erano presenti molto bambini, appena fuori dalla scuola.

L'uomo fermato è stato identificato in Berndt Walter, un 51enne tedesco residente nella periferia di Trier. L'uomo non ha precedenti. "Non siamo ancora in grado sui moventi di quanto avvenuto, se si tratti di terrorismo e qualcosa di analogo", ha detto alla Bild il direttore della sala stampa della polizia di Treviri, Uwe Konz. Alcuni testimoni avevano detto che alla guida del mezzo ci sarebbe stata una donna, ma questa informazione (priva di fondamento) è stata successivamente smentita. È stato spesso visto in a stalla che vendeva kebab. Non si conoscono ancora le ragioni del suo gesto. E, poi, si suicidò con un colpo di pistola alla testa.

E invece la polizia tedesca ha svelato l'identità - in modo sommario, come è giusto che sia in casi di cronaca come questo - della persona al volante di quel Suv. Quelle confermate dalla polizia per ora sono due. Sembrerebbe dunque escluso il coinvolgimento di altre persone. Grazie per quello che potrai fare! Lo ha annunciato la polizia ieri sera su Twitter. "Si prega di continuare ad evitare il centro città". Diverse persone sarebbero rimaste ferite dall'auto pirata e non si conoscono le loro condizioni. Alla guida dell'auto c'era un cittadino tedesco di 29 anni che è stato arrestato. Le sue motivazioni non sono state chiarite. L'uomo è stato rinchiuso in un istituto psichiatrico dopo essere stato riconosciuto come affetto da malattia mentale.

Due le persone morte, in quel caso, sul posto.

Nel camion utilizzato per l'attentato verrà trovato il corpo dell'autista derubato.

Amri viene poi ucciso quattro giorni dopo dalla polizia italiana che lo intercetta a Milano.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE